• Ven. Apr 12th, 2024

LE NUOVE PROFESSIONI “GREEN”

Dic 2, 2021

Green e digital saranno i settori professionali più gettonati entro un paio di anni.

In particolare, il 2020 è stato l’anno dei “green jobs”, ovvero quei lavori che hanno l’obiettivo di preservare e difendere la qualità ambientale.

La Unioncamere stima che entro il 2025, almeno 6 lavoratori su 10 dovranno avere dimestichezza in questi due ambiti professionali.

Ma vediamo nel dettaglio le figure più ricercate:

  • tecnici e ingegneri civili e installatori di impianti,
  • ingegneri elettronici e delle telecomunicazioni,
  • tecnici e gestori di reti e sistemi telematici
  • tecnici chimici

Inoltre, a grande richiesta saranno:

  • progettisti in edilizia sostenibile, progettisti meccanici per la mobilità elettrica, specialisti in domotica (scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie adatte a migliorare la qualità della vita nella casa) tecnici e operai specializzati nell’efficientamento energetico nelle costruzioni, esperti di certificazione di prodotti biologici nell’agroalimentare, cuochi sostenibili specializzati nell’utilizzare generi alimentari biologici, prediligendo quelli a chilometro zero, cercando di diminuire gli sprechi e favorendo materiali da riutilizzare e scarti.

Troviamo altresì interessanti:

  • specialisti e consulenti della contabilità “verde”, per quanto riguarda gli incentivi economici finalizzati ad una conversione green;
  • giurista ambientale, ovviamente con laurea in giurisprudenza e relativa iscrizione all’albo, per la creazione di una nicchia di clienti sui quali puntare per aumentare il proprio business.

Potrebbero essere quindi 2,2 milioni di nuovi specialisti in grado di gestire soluzioni e sviluppare strategie ecosostenibili (il 63% del fabbisogno del quinquennio che include anche il turnover) e di 2 milioni in grado di saper utilizzare il digitale (il 57%).