• Dom. Mag 26th, 2024

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO RICHIEDE MASSIMA SICUREZZA

Feb 17, 2022

Le recenti vicende che purtroppo hanno segnato la vita di alcuni giovanissimi che prestavano la loro attività durante un periodo di alternanza scuola-lavoro, hanno lasciato una grande ferita e fatto sorgere molti interrogativi.

Si stima che il settore che registra il numero più elevato di infortuni è l’agricoltura con il 30,22%, a seguire l’edilizia, l’autotrasporto e l’industria.

Per alternanza scuola-lavoro si intende un percorso formativo che avvicina i giovanissimi al mondo del lavoro. I benefici sono indiscutibili, perché da un lato permettono allo studente di fare una scelta molto più consapevole sul suo futuro lavorativo e dall’altro la strutturazione dei percorsi didattici impone il dialogo e la collaborazione fra scuola e imprese, avvicinando il mondo della formazione alla realtà economico produttiva, ai fabbisogni di professionalità e competenze richiesti dal territorio.

L’alternanza scuola lavoro è un progetto da difendere o da rivedere?

È sicuramente un progetto da difendere per la possibilità che viene data ai giovani studenti, per far conoscere loro il mondo del lavoro, ma allo stesso tempo dobbiamo far conoscere il mondo del lavoro in maniera costruttiva e soprattutto priva di pericoli, far conoscere loro il lavoro come una grande opportunità e non un luogo pericoloso e un luogo privo di sicurezza per la loro salute e vita.  

Ma è altrettanto sicuro che è uno strumento da rivedere! Parliamo da genitori e da testimoni, il lavoro deve essere un luogo sicuro per i figli e per i genitori, perdere un figlio a 18 anni, perdere un figlio cosi giovane e farlo su un posto di lavoro da stagista, è inaccettabile!

Serve sicurezza, serve controllo e serve rispetto delle norme su tutti i posti di lavoro, perdere la vita sul posto del lavoro in Italia non deve essere più accettato.