• Gio. Feb 29th, 2024

MALATTIA PROFESSIONALE – L’ESPERTO RISPONDE

Mag 26, 2022

“Buongiorno, sono un’infermiera e lavoro da oltre 30 anni. A causa della mia professione ho contratto tre ernie lombari e sacrali altamente invalidanti. Vorrei sapere: posso fare richiesta di malattia professionale considerando che le ernie le ho contratte sul lavoro? A chi posso rivolgermi? Grazie dell’aiuto” Antonella da Agrigento

Gentile signora Antonella, le patologie di cui soffre possono rientrare tra le malattie professionali se ricondotte all’attività lavorativa svolta a seguito dell’esposizione ad uno o più fattori di rischio presenti nel ciclo lavorativo stesso o nell’ambiente di lavoro.

Denunciare la malattia professionale al datore di lavoro entro 15 giorni.

Per ottenere il riconoscimento della malattia professionale deve:

  • denunciare la malattia professionale al suo datore di lavoro entro il termine di 15 giorni dalla sua manifestazione, altrimenti perde il diritto all’indennizzo per il tempo antecedente la denuncia;
  • allegare il certificato medico rilasciato da una struttura sanitaria, dal medico curante o dal medico legale. Il certificato medico consente all’INAIL di avviare il procedimento che permetterà di accedere alle prestazioni economiche, sanitarie e riabilitative previste in caso di riconoscimento della malattia in questione.

Il datore di lavoro ha l’obbligo di inviare la denuncia all’Inail entro i 5 giorni successivi, decorrenti dalla data di ricezione del certificato medico.

In  molti casi è il lavoratore stesso a presentare la denuncia di malattia professionale rivolgendosi direttamente agli istituti di Patronato che provvederanno ad inoltrare la domanda in via telematica allegando all’Istituto il certificato medico “Mod. 5 SS bis” che viene redatto in triplice copia: una copia per l’INAIL, una copia per l’assicurato e una per il datore di lavoro.

Di norma l’Istituto dovrebbe rispondere entro 30 giorni dalla data di ricevimento del certificato medico.

Successivamente all’espletamento della visita medica l’INAIL emetterà il provvedimento di riconoscimento o diniego della malattia professionale. Sperando di essere stati esaustivi, la salutiamo cordialmente.