• Lun. Apr 15th, 2024

ANZIANI, GIOVANI E DONNE: COME CAMBIA IL CONCETTO DI SOSTENIBILITA’

Lug 8, 2022

In Europa l’Italia è al secondo posto, dopo la Spagna in tema di sostenibilità.

Da un recente Studio, condotto dall’Università statale di Milano e dall’Enea, si evince l’esistenza di diversi approcci al problema della sostenibilità energetica; possiamo affermare che, nell’ambito dello stesso nucleo familiare coesistono diverse subculture energetiche dipendenti da vari fattori quali il genere, l’età, la tipologia di abitazione e conoscenza dei temi sulla sostenibilità.

In particolare mentre gli anziani sono molto sensibili al problema del risparmio di acqua e di elettricità, per motivi di origine economica, i più giovani sono attenti al consumo “leggero” di energia perché hanno una mentalità più adatta al cambiamento e più aperta alla cultura della sostenibilità.

In particolare, per l’area del lavoro gli approcci continuano a diversificarsi. Per i dipendenti part-time la mobilità sostenibile è prioritaria. La condivisione di servizi e il risparmio energetico sono fondamentali per il lavoro autonomo; invece per i lavoratori full-time la condivisione dei servizi, il cosiddetto sharing.

Anche le donne hanno un approccio particolare da cui si ricava una maggiore sensibilità al problema della sostenibilità.

E’ stato condotto uno studio molto interessante su un campione di 30 famiglie in Lombardia. Lo studio sviluppato nell’ambito della campagna nazionale sull’efficienza energetica “Italia in Classe A” promossa dal Ministero della Transazione Ecologica, è stato basato sulle azioni e interventi messi in atto negli ultimi 5 anni per ridurre il proprio consumo energetico.

Un dato chiaro emerge dalla ricerca, la donna è più sensibile al problema della sostenibilità energetica, diversamente il genere maschile dimostra un comportamento più scettico sul reale impatto dei comportamenti del singolo individuo sul sistema sociale nel complesso.

Gli italiani sono il popolo in generale più sostenibile in Europa per scelte di acquisto e consapevolezza sui costumi secondo un sondaggio del gruppo Bsh (leader mondiale nel settore degli elettrodomestici). Lo studio ha dimostrato come 9 italiani su 10 si informano della sostenibilità di un oggetto coinvolto nel consumo energetico sia prima, sia durante l’acquisto.