• Ven. Apr 12th, 2024

MATERA CITTA’ UNICA

Nov 8, 2022

Abitata fin da tempi remoti, Matera è un piccolo gioiello scavato nelle montagne.

La città è sorta in un’area rupestre a ridosso di una grande spaccatura carsica, chiamata “Gravina”. Il tempo sembra essersi fermato nella città della Basilicata, dove il paesaggio circostante non è diverso da quello di un dipinto.

Matera, che negli anni passati ha conquistato fotografi e registi, ha un fascino unico. Una bellezza complessa che si comprende soltanto quando si gira a piedi tra i vicoli stretti del centro storico e le case scavate nel tufo. Le stratificazioni della storia e il delicato rapporto con la natura circostante ne fanno un sorprendente museo a cielo aperto.

Il viaggio in quella che è stata la Capitale Europea della Cultura 2019 non può che cominciare dai suoi Sassi, il cuore più antico e primitivo che dal 1993 sono stati dichiarati dall’Unesco patrimonio mondiale dell’Umanità.

Si tratta della prima cosa da visitare a Matera, anche perché è quello che più di ogni altra cosa la caratterizza. I due quartieri, il Sasso Barisano e il Sasso Caveoso, sono dominati dall’alto dalla Civita, il nucleo più antico e sono un intrico di scalinate e stradine, in cui è facile e piacevole perdersi, scoprendo grotte e chiese rupestri.

Le stratificazioni della storia e il delicato rapporto con la natura circostante ne fanno un sorprendente museo a cielo aperto.

Oggi i Sassi di Matera sono stati rivalutati e aperti al pubblico e viverci è diventato un vero e proprio lusso.

Il centro storico di Matera si sviluppa con vie che collegano diverse piazze lungo un asse chiamato asse settecentesco della città perché prese la sua fisionomia a partire dalla fine del 1600.

Nel centro di Matera si susseguono una serie di importanti palazzi e chiese che hanno avuto un particolare rilievo nel corso della storia cittadina, come il grande Palazzo dell’Annunziata ex convento, attuale sede della Biblioteca Provinciale, il  palazzo della Prefettura, la Chiesa di San Domenico del XIII secolo e la Chiesa dei Cavalieri di Malta.

A Piazza del Sedile si trova la sede del Conservatorio, precedentemente Palazzo di Città e sede del Comune di Matera, di qui si susseguono tutti i più importanti palazzi nobiliari che dalla piazza attraverso la stretta via Duomo arrivano a circondare la Cattedrale di Matera.

La Cattedrale risale al 1270 ed è affiancata da un maestoso campanile, alto più di 50 metri, che domina tutto il paesaggio della città. La facciata sobria nulla preannuncia degli interni, sontuosi, in stile barocco.

Proseguendo lungo la via del Corso si arriva fino a piazza San Francesco d’Assisi dove si trova l’imponente omonima chiesa seicentesca. Anche qui sono presenti degli ipogei che testimoniano sotto la piazza il livello originario dei luoghi.

Matera conta oltre 600 strutture, tra alberghi, appartamenti e residence. E quest’anno è in cima alla lista dei “luoghi più accoglienti del mondo” nel 2022.