• Mer. Feb 21st, 2024

LE ENERGIE RINNOVABILI IN EUROPA SUPERANO IL GAS

Feb 21, 2023

La crisi energetica ha dato un nuovo impulso alla diffusione delle fonti di energia sostenibili.

Buone nuove sul fronte energetico: per la prima volta eolico e solare hanno superato il gas naturale nella produzione di elettricità. L’Europa ha risposto quindi alla crisi energetica innescata dall’invasione russa dell’Ucraina accelerando la transizione elettrica. Il ricorso al carbone è stato più limitato del previsto, è diminuito l’utilizzo del gas ed è fortemente aumentato quello delle energie rinnovabili.

Secondo l’European Electricity Review pubblicata dal think tank energetico Ember, l’energia eolica e quella solare hanno generato un quinto (22%) dell’elettricità dell’UE nel 2022, superando per la prima volta il gas (20%).

Nel 2023 la transizione dell’Europa verso l’eolico e il solare accelererà in risposta alla crisi energetica.

La quota di energia prodotta con il carbone è aumentata di appena 1,5 punti percentuali, arrivando a generare il 16% dell’elettricità dell’UE nel 2022, con un calo su base annua negli ultimi quattro mesi. Tuttavia i paesi rimangono impegnati a eliminare gradualmente il carbone come lo erano prima della crisi.

La crescita record dell’eolico e del solare ha contribuito ad attenuare il deficit dell’idroelettrico e del nucleare. La generazione solare è quella che ha registrato l’aumento più rapido, con una crescita record di 39 TWh (+24%) nel 2022 – quasi il doppio del record precedente – che ha contribuito a evitare 10 miliardi di euro di costi del gas. Venti Paesi dell’UE hanno stabilito nuovi record di energia solare nel 2022.

La domanda di elettricità dell’UE ha iniziato a diminuire rapidamente, con un calo del 7,9% nel quarto trimestre del 2022 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  Le ultime indicazioni dell’industria suggeriscono che nel 2023 la transizione dell’Europa verso l’eolico e il solare accelererà in risposta alla crisi energetica, mentre l’idroelettrico e il nucleare francese si riprenderanno.

Ember stima che la produzione di energia elettrica derivante da fonti fossili potrebbe crollare del 20% nel 2023, il doppio rispetto al precedente record del 2020. La generazione da carbone diminuirà, ma quella da gas, che si prevede rimarrà più costosa del carbone almeno fino al 2025, sarà quella che diminuirà  più rapidamente.