• Mer. Feb 21st, 2024

EGITTO: PAESE SENZA TEMPO

Mag 2, 2023

Piramidi, città, musei: da Luxor alla Valle dei Re, dalla vibrante Cairo alle calde spiagge di Sharm.

Il territorio dell’Egitto è molto vasto ed è necessaria una combinazione di spostamenti aerei, via fiume e via terra per riuscire a visitare il Cairo, Luxor e i templi lungo le rive del Nilo. Tra i luoghi che vale la pena aggiungere ci sono zone di villeggiatura come Sharm El-Sheik sul Mar Rosso.

Un viaggio di dieci giorni incentrato sulle attrazioni principali dell’antico Egitto potrebbe includere Il Cairo (piramidi e musei), Luxor (Valle dei Re, complesso templare di Karnak), e una esperienza unica e indimenticabile per visitare i tanti siti archeologici di interesse: la crociera sul Nilo. L’itinerario si sviluppa risalendo il corso del Nilo da Luxor ad Assuan (o viceversa), toccando siti archeologici di prima grandezza come Esna; Edfu; Kom Ombo; Abu Simbel, con i due maestosi templi dedicati a Ramses e Nefertari; la diga di Assuan, il tempio di Philae; l’isola Elefantina.

Il tempio di Abu Simbel

La maggior parte dei viaggiatori inizia il proprio viaggio dal Cairo, la caotica capitale di oltre 20 milioni di abitanti, situata lungo le rive del Nilo, un luogo di contrasti dove secoli di storia si scontrano con il presente. I suoi diversi musei offrono una panoramica completa della storia egizia. A partire dal Grande museo egizio, dove oltre 80.000 metri quadrati ospitano più di 100.000 manufatti, di cui 5.000 provenienti dalla tomba del “re bambino” Tutankhamon.

E, ovviamente, le piramidi: sebbene l’antico Egitto contasse oltre 100 piramidi, le più famose si trovano a Giza, a 30 minuti di auto a ovest del Cairo.

A pochi chilometri dal Cairo, Saqqara è il sito archeologico più grande del Paese, nonché sede della sua più antica piramide.

Luxor, l’antica Tebe, a 90 minuti di volo diretto dal Cairo, custodisce i maestosi complessi templari di Karnak e Luxor, oltre alla Valle delle Regine e la Valle dei Re, ricche di sepolture tra cui la straordinaria tomba del Re Tutankhamon.

L’Egitto è un paese che si presta per essere visitato in ogni stagione. Tuttavia, la primavera e l’autunno rappresentano un periodo ideale per andare in Egitto. Invece i mesi invernali sono il periodo migliore per scoprire il deserto. Infine, l’estate è adatta per una vacanza nella più mite fascia costiera mediterranea.