• Mer. Feb 21st, 2024

PENSIONI: RIVALUTAZIONE 2024

Gen 3, 2024

GLI AUMENTI.

E’stato firmato il decreto tasso di rivalutazione definitivo per il 2024. L’Inps provvede, come ogni anno, ad adeguare gli importi degli assegni pensionistici in seguito all’aumento dei prezzi al consumo.

L’adeguamento si basa in un primo momento su un indice Istat stimato e viene fatto un conguaglio sulla base del valore definitivo a gennaio dell’anno successivo. Nella Legge di Bilancio 2024 c’è una novità e riguarda la rivalutazione delle pensioni di importo elevato.

Anche nel 2023 ci sono stati degli incrementi sulle pensioni di circa l’8% mentre nel 2024 vi sarà un aumento di una percentuale minore, circa il 5,4%, che verrà erogato con percentuali diverse in base a quanto alti sono gli assegni.

La modifica concerne esclusivamente la classe di importo superiore a dieci volte il trattamento minimo INPS, per le quali viene fissata l’aliquota di rivalutazione del 22%, invece che del 32% come nel 2023

In particolare, il riconoscimento integrale della rivalutazione è assicurato ai soli trattamenti pensionistici di importo pari o inferiore a quattro volte il trattamento minimo Inps e cioè le pensioni fino a 2.000 euro circa, oltre questo importo maggiore è la pensione minore sarà la rivalutazione. Quindi con una pensione di 1.000 euro lordi l’incremento mensile sarà di circa 54 euro mentre un pensionato che percepisce 2.000 euro avrà un incremento di 108€.

In tutti gli altri casi la rivalutazione è certamente prevista ma in misura parziale.

L’ente previdenziale ha comunicato che il pagamento avverrà a partire dal 3 gennaio.