• Dom. Mag 26th, 2024

LAVORO SOMMERSO – LA NUOVA TASK FORCE

Mag 3, 2024

Il Ministero del Lavoro ha istituito una nuova task force denominata “Lavoro Sommerso” con il Decreto ministeriale del 28 marzo 2024, n. 50.

Questa task force è stata creata presso l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) e opera in continuità con le attività già previste dal Piano Nazionale per la lotta al lavoro sommerso 2023-2025.

La task force ha il compito di realizzare un’ulteriore pianificazione strategica dell’attività di vigilanza e di contrasto al lavoro sommerso. L’obiettivo è garantire un’azione coordinata ed efficace di prevenzione e contrasto del lavoro irregolare, tenendo conto delle specificità dei diversi settori economici e dei contesti territoriali.

Inoltre, la task force contribuirà anche ad un’efficace attività di vigilanza a fini statistici.

I casi di lavoro sommerso in Italia vengono individuati attraverso una combinazione di metodi e strumenti, tra cui:

Analisi statistiche: utilizzo di indicatori statistici basati su informazioni dirette e indirette per monitorare i settori economici e le tipologie di imprese maggiormente interessati dal fenomeno.

Controlli ispettivi: rafforzamento del contingente ispettivo e aumento delle ispezioni, grazie anche alla formazione del personale assunto.

Portale unico nazionale: i risultati dell’attività di vigilanza svolta da varie autorità confluiscono in un portale gestito dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro per una programmazione efficace dell’attività ispettiva

Dati amministrativi: utilizzo di dati di fonte amministrativa, come le verifiche effettuate dal Ministero del Lavoro sulla presenza di lavoratori irregolari all’interno di imprese regolari.

Questi strumenti consentono di identificare e contrastare il lavoro non dichiarato e irregolare, garantendo il rispetto delle normative sul lavoro e proteggendo i diritti dei lavoratori.

L’iniziativa è parte di un impegno più ampio del governo italiano per combattere il lavoro non dichiarato e irregolare, che spesso comporta condizioni di lavoro ingiuste e sfruttamento dei lavoratori. 

La task force lavorerà in collaborazione con altre istituzioni e organizzazioni per migliorare le condizioni di lavoro e assicurare il rispetto delle normative in materia di lavoro in Italia.