• Mer. Giu 26th, 2024

CERTIFICATO DI PENSIONE OBISM 2024

Mag 16, 2024

Ogni anno l’INPS per i beneficiari di prestazioni previdenziali e assistenziali mette a disposizione, fra i servizi online al cittadino, il certificato di pensione, cosiddetto modello ObisM, fruibile accedendo al “Fascicolo previdenziale del cittadino”, attraverso il portale dell’Istituto.

Il certificato di pensione 2024 è a disposizione dei pensionati di tutte le gestioni, compresa la gestione ex INPGI 1, confluita all’INPS dal 1° luglio 2022.

Il certificato ObisM non viene predisposto per le prestazioni di accompagnamento a pensione (APE sociale, assegni straordinari, c.d. “isopensioni” ai sensi dell’articolo 4, della legge 28 giugno 2012, n. 92) che, non avendo natura di trattamento pensionistico, non vengono annualmente rivalutate e continuano a essere corrisposte nella stessa misura per tutta la loro durata.

L’unica eccezione è rappresentata dall’indennizzo commercianti, che viene corrisposto annualmente in misura pari al trattamento minimo e viene conseguentemente rivalutato.

Il certificato di pensione, a decorrere dal 2021, è reso in modalità dinamica e aggiornato alla data della richiesta da parte dell’interessato, pertanto è possibile ottenerlo anche per le prestazioni liquidate in corso d’anno.

Il certificato viene pubblicato annualmente tenendo conto della rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali; per l’anno 2024, l’aumento delle pensioni per l’adeguamento al costo della vita, stabilito in via previsionale, è pari al 5,4%.

Novità ObisM per l’anno 2024

Il certificato di pensione per l’anno 2024 è stato implementato con le informazioni relative alle seguenti novità:

  • incremento delle pensioni di importo pari o inferiore al trattamento minimo (nella misura del 2,7% senza distinzione di età ai titolari di un trattamento pensionistico lordo complessivo in pagamento di importo inferiore o pari al trattamento minimo per ciascuna delle mensilità fino a dicembre 2024, compresa la tredicesima mensilità);
  • pensione anticipata flessibile;
  • applicazione del nuovo sistema di calcolo per scaglioni e aliquote IRPEF.

Informazioni analitiche ObisM

  • importo mensile lordo della rata di gennaio e della tredicesima (se presente);
  • eventuali ulteriori due mensilità, se si verificano delle variazioni nelle condizioni che determinano gli importi (ad esempio, trattamenti di famiglia e addizionali che cessano);
  • importo delle singole trattenute fiscali;
  • eventuali detrazioni di imposta applicate.

Nei casi previsti dalla legge, viene riportato l’importo della trattenuta giornaliera che il pensionato dovrà comunicare al datore di lavoro; l’importo dell’eventuale quattordicesima mensilità; per i titolari di assegno ordinario di invalidità viene evidenziata la scadenza triennale di validità dell’assegno.

Il certificato di pensione ObisM permette di visualizzare l’eventuale presenza di trattenute sindacali applicate alla prestazione pensionistica e permette, pertanto, di procedere alla revoca e delega contestuale.

Immagine di Drazen Zigic su Freepik