• Ven. Giu 21st, 2024

DECRETO AIUTI QUATER

Nov 11, 2022

E’ stato approvato in data 10 novembre il Decreto Aiuti Quater per misure urgenti inerenti gas, luce e carburanti.

Lo stanziamento previsto è pari ad una cifra di circa 9,1 miliardi di euro.

Vediamo di seguito le principali novità.

CARO ENERGIA – BOLLETTE E RATEIZZAZIONE

Viene prorogato fino al 31 dicembre 2022 il contributo straordinario a favore delle imprese e delle attività ricettive: ristoranti, bar, esercizi commerciali, per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.

Confermate le aliquote potenziate del credito di imposta pari a: 40 per cento per le imprese energivore e gasivore; 30 per cento per imprese piccole che usano energia con potenza a partire dai 4,5 kW.

Rateizzazione in 36 mesi, per gli importi “eccedenti l’importo medio contabilizzato” nell’intero 2021, a favore delle imprese “residenti in Italia”  delle bollette di luce e gas per i consumi dal 1° ottobre 2022 al 31 marzo 2023, fatturati entro la fine di dicembre 2023.

Per quanto riguarda i carburanti, proroga del del taglio alle accise sui carburanti fino al 31 dicembre 2022 e la riduzione dell’Iva al 5% per l’acquisto di gas naturale.

SUPERBONUS

Scende la percentuale dello sconto sulle spese per i lavori di efficientamento energetico: dal 100% si passa al 90%.

Anche per le villette, si allunga di tre mesi la finestra temporale dentro cui applicare il Superbonus ancora al 110%. Il termine che era al 31 dicembre 2022, è stato spostato al 31 marzo 2023, a condizione che al 30 settembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

L’agevolazione sarà confermata anche per gli immobili unifamiliari, con un limite di reddito pari a 15mila euro, variabile in base ad una specie di “quoziente familiare”.

IL TETTO SUL CONTANTE

La soglia è pari a 5mila euro. Sarà quindi modificata l’attuale normativa secondo cui il tetto dal primo gennaio sarebbe stato ridotto da 2.000 a 1.000 euro.

PREMI AZIENDALI

Da 600 a 3.000 euro. Sale la soglia dei premi esentasse che le imprese potranno concedere ai dipendenti come ‘fringe benefit’ per pagare le bollette.

COMMERCIANTI E TRASMISSIONE TELEMATICA

I commercianti verranno aiutati per quanto riguarda l’obbligo alla trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate: è un sostegno che prevede lo stanziamento di 80 milioni di euro per il 2023. L’aiuto arriverà come credito di imposta al 100% della spesa sostenuta e fino a 50 euro per ogni registratore di cassa telematico acquistato