• Ven. Giu 21st, 2024

MAGGIORAZIONE CONTRIBUTIVA INVALIDI

Set 13, 2022

Gentilissimi, sono Michele da Vicenza e vi scrivo per avere dei chiarimenti. Sono un lavoratore dipendente con circa 30 anni di contributi e sono invalido da 10 anni esatti con una percentuale di invalidità pari al 75%. Per usufruire della maggiorazione contributiva invalidi è necessario presentare una particolare richiesta? Spetta a tutti gli invalidi civili o soltanto a determinate categorie? Grazie dell’attenzione

Gentile lettore, la maggiorazione contributiva invalidi è una maggiorazione dei contributi riconosciuti per ogni anno lavorato a chi è affetto da una certa invalidità. I lavoratori in questione possono godere di due mesi di contributi in più per ogni anno di lavoro, recuperando così sino a cinque anni utili ai fini del raggiungimento del diritto alla pensione, anticipata o di vecchiaia.

I destinatari del beneficio sono:

  • i sordi (minorati sensoriali dell’udito affetti da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che abbia impedito il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio);
  • gli invalidi per qualsiasi causa, ai quali sia stata riconosciuta un’invalidità superiore al 74% (soggetti affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenie di carattere organico o dismetabolico, insufficienze mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali);
  • gli invalidi di guerra, civili di guerra e gli invalidi per causa di servizio nel rapporto di pubblico impiego con le Amministrazioni statali o gli Enti locali.

In ogni caso va precisato che la maggiorazione contributiva invalidi serve solo ad anticipare la propria uscita dal lavoro e non ad ottenere un assegno più elevato: la contribuzione figurativa, infatti, non incide sull’ammontare del trattamento pensionistico, ma aumenta solo l’anzianità contributiva.

La maggiorazione viene concessa, solo su domanda, al momento della liquidazione della pensione o del supplemento.