• Gio. Giu 13th, 2024

SCUOLA SENZA VOTI IN ITALIA

Ott 18, 2023

PRO E CONTRO DELL’APPROCCIO EDUCATIVO INNOVATIVO

L’idea della scuola senza voti è stata proposta da diversi pedagogisti e studiosi dell’educazione tra cui il pedagogista americano John Dewey, che ha sostenuto che l’apprendimento dovrebbe essere un processo continuo e non una serie di valutazioni numeriche, tuttavia l’idea è stata sviluppata da molte persone in tutto il mondo.

La scuola senza voti è un approccio educativo innovativo che ha l’obiettivo di rivoluzionare il sistema tradizionale di valutazione degli studenti, mettendo in discussione l’uso dei voti numerici.

Questo approccio è adottato da alcune scuole italiane, come il liceo Morgagni di Roma e l’Istituto Michelangelo Buonarroti di Monfalcone,  dove i voti numerici sono stati aboliti del tutto.

L’uso dei voti numerici può avere effetti significativi sulla psicologia degli studenti. Alcuni studenti potrebbero sentirsi costantemente sotto pressione per ottenere voti elevati, il che può portare a un clima di competizione sfrenata e stress. Altri, d’altra parte, potrebbero sentirsi demotivati o demoralizzati se ricevono voti bassi.

Inoltre, i voti numerici tendono a semplificare un processo di valutazione complesso, riducendo il rendimento degli studenti a un singolo numero.

Tuttavia ci sono anche alcune limitazioni associate alla scuola senza voti. Ad esempio alcuni critici sostengono che la mancanza di feedback dettagliato e la mancanza di riflessione sull’apprendimento potrebbero rappresentare degli svantaggi per gli studenti.