• Ven. Giu 21st, 2024

SONO SEMPRE DI PIU’ GLI ANIMALI ABBANDONATI

Ago 1, 2022

Durante l’estate il tasso di abbandono degli animali domestici cresce rispetto al resto dell’anno.

Il triste e incivile fenomeno dell’abbandono degli animali  è una costante tutto l’anno.

Ancora di più durante l’estate, quando i numeri legati ai casi di abbandono di cani gatti e non solo, aumentano esponenzialmente a causa del prolungato allontanamento di molte famiglie per le vacanze estive.

Se sempre più Italiani hanno infatti accolto nelle loro case un animale da compagnia, complici anche i mesi di lockdown che hanno cambiato le abitudini di molte persone che si sono trovate a trascorrere molto più tempo a casa, è anche vero che manca un’adeguata cultura del possesso responsabile, la quale sta causando la crescita costante dei casi di abbandono.

Molti di questi piccoli cuccioli vengono spesso lasciati sulle strade trafficate, andando incontro a morte certa o nelle campagne sotto il sole, dove rischiano di morire di fame e di sete in breve tempo.

Le associazioni  territoriali  lamentano costantemente l’assenza di politiche efficaci di prevenzione. Nel 2021 l’Ente Nazionale Protezione Animali ha recuperato 21 cani abbandonati ogni giorno, 7600 in un anno.

Secondo i dati del Ministero della Salute, nel 2021 nei canili sanitari italiani sono entrati 72.115 cani, 29.194 quelli invece accolti dai canili rifugio. Complessivamente 101.309 nuovi ingressi.

Ricordiamo che l’abbandono di animali domestici, secondo il dispositivo dell’art. 727  del Codice Penale è un reato penale punito con l’arresto fino a un anno o con una multa che va da 1.000 fino a 10.000 euro.

Le soluzioni per quando si viaggia sono tante per i proprietari: si possono portare nelle pensioni, si può cercare un pet-sitter che si prenda cura del nostro 4 zampe oppure si può anche decidere di viaggiare con il nostro cane o il nostro gatto.

Sono sempre di più gli alberghi e le strutture che li accolgono, basta solo organizzarsi e scegliere di viaggiare nel modo migliore per causare il minor stress possibile a loro e la massima libertà a noi.