• Ven. Apr 12th, 2024

INPS OMNIA IS – IL NUOVO SERVIZIO PER LE DOMANDE DI INTEGRAZIONE SALARIALE

Lug 5, 2023

L’INPS con il messaggio numero 2372 del 26.06.2023 comunica il lancio della nuova piattaforma unica delle Integrazioni Salariali denominata “OMNIA IS”. Il progetto rientra negli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Il servizio è caratterizzato da una modalità di compilazione semplificata e fortemente assistita, che guida l’utente al fine di ridurre la possibilità di trasmissione di dati e informazioni errate.

Il sistema guida l’utente nella compilazione dei dati relativi ai singoli campi, fornendo messaggi informativi o alert (ad esempio, descrizione del campo da compilare, incongruenza del dato inserito, etc.) finalizzati a evitare errori od omissioni.

Inoltre, il sistema consente anche di individuare i lavoratori beneficiari che sono in carico all’unità produttiva oggetto della domanda di integrazione salariale ordinaria, selezionandoli direttamente nell’apposita sezione in cui appaiono i relativi codici fiscali prelevati dai flussi Uniemens. In alternativa, è possibile allegare alla domanda il consueto elenco dei beneficiari.

Tramite la nuova piattaforma i datori di lavoro e gli intermediari possono usufruire, all’interno di un unico ambiente, delle seguenti funzionalità:

a) un nuovo servizio di presentazione della domanda di integrazione salariale ordinaria (CIGO), di assegno di integrazione salariale garantito dal FIS e dai Fondi di solidarietà bilaterali, nonché di cassa integrazione speciale per gli operai agricoli (CISOA). Tale servizio è improntato alla semplificazione e alla proattività, attraverso l’introduzione di controlli e alert che restituiscono una serie di informazioni che guidano l’utente alla corretta compilazione dell’istanza;

b) un nuovo servizio di invio dei flussi per il pagamento delle prestazioni in argomento con controlli sincroni a supporto della corretta compilazione dei flussi stessi;

c)  nuovi servizi consulenziali dedicati ai datori di lavoro e agli intermediari, compresa l’introduzione di nuovi cruscotti di monitoraggio per la verifica dello stato delle domande presentate e della possibilità di presentarne di nuove con riferimento sia al dato dell’autorizzato sia a quello del fruito;

d) nuove modalità di comunicazione tra l’Istituto e i soggetti richiedenti la prestazione di integrazione salariale. 

Tra le principali novità introdotte vi è la funzione che consente al datore di lavoro o al suo intermediario, selezionando il codice fiscale o la matricola aziendale, di essere automaticamente indirizzato alla tipologia di ammortizzatore sociale in costanza di rapporto di lavoro richiedibile in base all’inquadramento risultante dalle banche dati dell’Istituto.

(Fonte INPS)