• Lun. Apr 15th, 2024

CARNE COLTIVATA: IN ITALIA IL DIVIETO E’ LEGGE

Nov 17, 2023

L’Aula della Camera approva in via definitiva, con 159 sì, 53 no e 34 astenuti, il disegno di legge contro la carne coltivata.

Il Governo italiano ha approvato un disegno di legge che vieta la produzione e la commercializzazione di carne coltivata per il consumo umano e animale per preservare il patrimonio alimentare e culinario italiano, tutelare la salute umana e l’industria agroalimentare nazionale.

COME SI OTTIENE LA CARNE COLTIVATA:

La carne coltivata si ottiene prelevando cellule adipose e muscolari da animali vivi e facendole crescere e differenziare in un brodo nutritivo all’interno di un bioreattore.

I ricercatori utilizzano poi supporti in 3D o tecniche di bioprinting per imitare la consistenza di vari tagli di carne.

Secondo gli scienziati, il divieto potrebbe avere un impatto negativo sulla ricerca e sull’innovazione in Italia. Ad oggi, solo Singapore, per il tramite dell’azienda americana Eat Just, vende carne coltivata.

I COSTI PER PRODURLA

Il costo della carne coltivata è ancora molto elevato, ma si prevede che possa diminuire in futuro grazie all’innovazione tecnologica e alla riduzione dei costi di produzione.

Secondo un rapporto del 2021di Kearney, una società di consulenza globale, il costo della carne coltivata dovrebbe raggiungere la parità con la carne tradizionale entro il 2035.

I MOTIVI DI CHI INVECE SI ESPRIME FAVOREVOLMENTE ALLA CARNE COLTIVATA:

  • sostenibilità ambientale: la produzione di carne coltivata richiede meno acqua, terra e energia rispetto all’allevamento di animali, riducendo così l’impatto ambientale;
  • riduzione della fame nel mondo: la carne coltivata potrebbe rappresentare una soluzione perla crescente domanda di proteine a livello globale;
  • benessere animale: la carne coltivata non richiede l ‘uccisione di animali, riducendo così il numero di animali allevati e abbattuti per il consumo umano;
  • sicurezza alimentare: la carne coltivata potrebbe ridurre il rischio di contaminazione da batteri come E. coli e Salmonella.