• Gio. Lug 18th, 2024

AUMENTA IL BUCO DELL’OZONO SOPRA L’ANTARTIDE

Ott 4, 2021

Quest’anno il buco dell’ozono si è sviluppato come previsto all’inizio della stagione, ma si è trasformato in uno dei buchi di ozono più duraturi e grandi mai registrati.

Secondo le rilevazioni del Copernicus Atmosphere Monitoring Service quest’anno il buco dell’ozono che si forma sui cieli dell’Antartide ha raggiunto dimensioni più grandi degli anni passati, fino a superare l’area del continente stesso. In occasione della Giornata Internazionale per la Conservazione dello Strato di Ozono, Cams ha fornito un primo aggiornamento sullo stato del buco stratosferico che appare ogni anno durante la primavera australe e sullo strato di ozono che assorbe i pericolosi raggi ultravioletti (Uv-B) proteggendo gli esseri viventi dagli agenti nocivi dei raggi solari.

Il Protocollo di Montreal  del 16 settembre 1987, metteva al bando le sostanze gassose utilizzate nelle bombolette spray come propellenti oltre che nei condizionatori come refrigeranti, ma si sono rivelate dannose per l’ozono e vengono usate ancora illegalmente.

Nell’emisfero australe il buco nello strato di ozono si forma ogni anno tra agosto e ottobre, e raggiunge il massimo tra settembre e ottobre. Con la fine della primavera in questa parte del pianeta, quando le temperature nella parte superiore della stratosfera cominciano a salire, l’impoverimento dell’ozono rallenta, il vortice polare si indebolisce e infine si rompe, portando i livelli di ozono alla normalità entro dicembre.