• Gio. Lug 18th, 2024

SHRINKFLATION: IL PREZZO E’ LO STESSO MA IL CONTENUTO NO.

Apr 27, 2022

Pandemia, aumento delle bollette di luce, gas e carburante, il conflitto in corso in Ucraina, superfluo dire che l’inflazione corre e i prezzi sono aumentati per tutti.

A volte però così non pare. Alcuni prodotti sugli scaffali del supermercato, sembrano aver mantenuto lo stesso prezzo. Ma ne siamo proprio sicuri?

Parliamo di  Shrinkflation, nome anglosassone che molte volte viene definita una specie di “inflazione occulta”.

Ma di cosa si tratta? Semplice: stessa confezione, stesso prezzo ma all’interno c’è una sorpresa, la quantità del prodotto è ridotta. Una mossa di marketing che trae sicuramente in inganno il consumatore distratto che non bada troppo all’etichetta.

Per le aziende niente di più semplice: non aumentano il prezzo ma riducono il contenuto.

Chi di noi si ricorda che dimensioni aveva la confezione di quello specifico prodotto e la quantità di contenuto, uno o due anni fa?

E ciò si può osservare su numerosi prodotti come ad esempio: le più comuni bevande in bottiglia, cibo in scatola, patatine, biscotti, fino ai detersivi e ai prodotti per l’igiene tipo i fazzolettini di carta.

Prendiamo ad esempio le colombe di pasqua. Se prima le acquistavamo da un chilo, adesso il chilo è passato a 900 grammi. E non ce ne accorgiamo. E’ questa l’inflazione occulta.

Le grandi aziende continuano ad arricchirsi e le tasche dei cittadini a svuotarsi.

Gli esposti del Codacons sono stati presentati presso centoquattro Procure della Repubblica.

Attenzione quindi all’etichetta e al peso del prodotto. Un consumatore attento se ne accorge subito, diverso il discorso per quello distratto. Per questo leggere l’etichetta è importante.