• Gio. Giu 13th, 2024

ANCHE I SURGELATI SONO ALIMENTI PREZIOSI

Dic 3, 2021

Non c’è bisogno di essere uno chef a cinque stelle per mettere in tavola un piatto buonissimo e anche di qualità.

Un tempo il surgelato era guardato con sospetto, ma oggigiorno con le nuove tecniche di congelamento “da fresco”, sta affascinando sempre di più anche gli italiani. Pratici e veloci da preparare, soddisfano il palato di tutti grandi e piccoli. Riscuote successo soprattutto tra i single o in quelle famiglie che tornano a casa tardi dal lavoro e non hanno molto tempo da dedicare alla cucina.

Nelle case, almeno nel 2020, il consumo di prodotti surgelati ha superato i 15 kg pro-capite.

Ma se nelle cucine domestiche il surgelato ha salvato pranzi e cene di tanti, trovando innumerevoli consensi unanimi, fuori casa il discorso cambia. Almeno era così fino a poco tempo fa. 

I surgelati sono considerati ingredienti preziosi e imprescindibili anche nelle cucine degli chef e nella ristorazione in generale e circa 7 italiani su 10 dichiarano di scegliere piatti con ingredienti sottozero anche al ristorante, senza problemi.

Insomma, quell’“asterisco” riportato nei menù della ristorazione per contraddistinguere gli alimenti surgelati dai prodotti freschi, appare al consumatore come niente più che un simbolo.

A comunicarlo è l’indagine condotta dall’Istituto Italiano Alimenti surgelati, che ha indagato sull’opinione degli italiani in merito all’utilità del “simbolo” sui menù dei ristoranti, introdotto oltre quarant’anni fa. La ricerca è stata presentata a Milano nell’evento: “Surgelati con l’asterisco nei menù della ristorazione. Un’informazione ancora utile?”, a cui hanno  partecipato esperti del settore.

Dall’indagine è emerso che il successo dei surgelati dipende dal fatto che consentono di superare la stagionalità/disponibilità dei prodotti freschi, aiutano a combattere gli sprechi alimentari, permettendo di usare solo la quantità di prodotto necessario, sono alimenti tracciabili e sicuri, hanno la stessa qualità dei prodotti freschi e sono a portata di freezer senza scordare che sono un ottimo salva-tempo.

Allora c’è da chiedersi se l’asterisco è davvero lo strumento più adatto per tutelare una scelta informata e consapevole del consumatore, o invece rischia solo di fornire un’accezione negativa e fuorviante a un prodotto alimentare di assoluta qualità.