• Ven. Giu 21st, 2024

LA CASTAGNA: “PANE DEI POVERI”

Nov 20, 2023

Virtù e curiosità sul frutto d’autunno.

La castagna è stata a lungo un riferimento fondamentale per le popolazioni montane durante l’autunno e l’inverno, ed è anche conosciuta come “il pane dei poveri”. Questo soprannome deriva dal fatto che la castagna era un alimento molto diffuso e accessibile alle classi meno agiate, che la utilizzavano come sostituto del pane.

In passato la farina di castagne veniva utilizzata per preparare il pane, soprattutto nelle zone montane dove la coltivazione del grano era difficile.

La castagna è un frutto molto nutriente e versatile in cucina. E’ ricca di carboidrati, fibre, vitamine e Sali minerali, tra cui potassio, fosforo, magnesio, calcio e ferro. In particolare 100 grammi di castagne contengono circa 165 calorie, 2,9 grammi di proteine, 1,7 grammi di grassi e 36,7 grammi di carboidrati.

La sua farina si presta ad essere utilizzata in molte preparazioni come polenta, castagnaccio o frittelle.

Inoltre, la castagna è un frutto molto interessante anche dal punto di vista botanico. Deriva dai fiori femminili racchiusi da una cupola che poi si trasforma in riccio.

Le castagne maturano in autunno, di solito tra settembre e novembre. La raccolta delle castagne avviene quando i ricci si aprono e le castagne cadono naturalmente a terra.

In Italia, la castagna è molto diffusa e viene utilizzata in molte ricette tradizionali, come il castagnaccio, la zuppa di castagne, il dolce Monte Bianco e molti altri piatti.