• Ven. Giu 21st, 2024

PENSIONI: QUALE SISTEMA DI CALCOLO? – L’ESPERTO RISPONDE

Apr 7, 2022

Michele da Napoli

“Buongiorno, sono un lavoratore dipendente e potrò andare in pensione già da dicembre 2022 in quanto soddisferei i requisiti per la pensione di anzianità. Avendo cominciato l’attività lavorativa nel 1976, con alcune interruzioni, vorrei sapere con quale sistema sarà calcolata la mia pensione: retributivo o contributivo? Grazie dell’attenzione “

Gentile Michele, la ringraziamo per il quesito di grande attualità che ci ha posto .

L’argomento genera sempre grande confusione e necessita di molta chiarezza.

La riforma delle pensioni è stata introdotta a partire da gennaio 2012 con la Riforma Fornero per abolire il modello retributivo al fine di contenere la spesa delle pensioni in Italia.

L’applicazione del sistema di calcolo retributivo, che risulta essere  il più conveniente, si basa sulla media delle retribuzioni degli ultimi anni di carriera (10 anni per i lavoratori dipendenti e 15 anni per i lavoratori autonomi) e la pensione è commisurata nel 2% per ciascun anno di contribuzione.

Il sistema previdenziale contributivo, invece, prende in considerazione il montante contributivo ossia gli importi realmente versati  nel corso dell’intera vita lavorativa, rivalutati sulla base del tasso calcolato periodicamente dall’ISTAT secondo il PIL (variazioni quinquennali).

Per quanto concerne il sistema di calcolo bisogna tener presente tre scenari differenti:

  • Per i cittadini con alcuna anzianità contributiva a dicembre 1995 il calcolo dei contributi si baserà soltanto sul metodo contributivo.
  • Per i cittadini con meno di 18 anni fino al 1995, il calcolo si baserà sul metodo retributivo e dal 1996 in poi sarà basato sul calcolo contributivo.
  • Per i cittadini con anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni, il calcolo fino al 1995 e dal 1996 al 2011, terrà conto del sistema retributivo; dal 2012 in poi, si baserà sul sistema contributivo.

Al raggiungimento di 42 anni e 10 mesi di contributi, rispettando una finestra mobile di 3 mesi, matura il diritto di accesso alla pensione di anzianità. Per comprendere in quale sistema di calcolo ricadrà il suo trattamento pensionistico è necessario conoscere la sua anzianità contributiva al 31 dicembre 1995.

Sperando di aver soddisfatto la sua richiesta, la invitiamo a richiedere un estratto conto certificativo alla sede Inps di competenza e di rivolgersi ad un centro di Patronato per il calcolo esatto della sua futura pensione.